Analisi
Scottati... dal Sole 9 anni fa - lunedì 3 marzo 2008
Ho azioni Il Sole 24 Ore, acquistate al momento della quotazione. Attualmente sono in perdita, cosa mi conviene fare? Mantenerle o venderle?

Un pallido Sole invernale...

· Il Sole 24 Ore è la società che pubblica l’omonimo quotidiano, ma la sua attività è più ampia: l’area editrice (redazione de Il Sole 24 Ore, degli allegati e del quotidiano 24 minuti) ha pesato per il 51,5% delle vendite nei primi 9 mesi 2007. Il resto viene dall’area professionisti (guide, libri, banche dati), dall’area system (vendita di spazi pubblicitari), dall’area multimedia e dall’area radio (Radio 24).

· Il gruppo è sbarcato in Borsa a dicembre, ma l'esordio non è stato fortunato: rispetto ai 5,75 euro dell’offerta iniziale (a cui vi avevamo sconsigliato di partecipare, vedi Soldi Sette n° 764 ) il titolo (vedi grafico) ha perso circa il 29% e oggi vale 4,09 euro. Nello stesso periodo Piazza Affari ha perso “solo” il 14%, il settore europeo dei media il 13,5%.

...si scalderà con l’arrivo della bella stagione?

· Nei primi nove mesi 2007 il gruppo ha messo a segno una crescita delle vendite pari all’11,8%, che ha permesso all’utile industriale di progredire del 45% e all’utile netto di aumentare del 50%. I risultati dell’intero anno non sono ancora noti, ma il management ha annunciato che i dati provvisori sono in linea con le previsioni; confermiamo perciò le nostre attese che vedono i ricavi crescere del 13% rispetto al 2006 e l’utile attestarsi a 0,41 euro per azione.

· Per quanto riguarda il futuro, nell’area editrice la debolezza del mercato degli allegati dovrebbe essere compensata dai maggiori ricavi pubblicitari (spinti anche dagli investimenti per aumentare la capacità di stampa a colori) e dal lancio di nuove riviste. Nell’area professionisti il gruppo prevede di crescere anche tramite acquisizioni, mentre per l’area radio punta ad acquisire nuove frequenze. Elemento centrale nella crescita sarà internet: gli ultimi dati mostrano che la pubblicità tramite questo canale, pur essendo ancora una piccola fetta dei ricavi pubblicitari complessivi, sta crescendo velocemente. Tenendo conto di tutti questi dati, stimiamo un utile 2008 in crescita del 35%; per effetto del maggior numero di azioni in circolazione dopo l’offerta l’utile per azione cala, tuttavia, a 0,37 euro.

· Nonostante la situazione sia nel complesso positiva, il titolo non ci pare interessante per un acquisto. Abbiamo confrontato il rapporto tra il prezzo e i principali indicatori dell’attività con quelli di un campione di società del settore, sia italiane (Mediaset, L’Espresso, RCS, Seat Pagine Gialle) sia estere (Roularta, Lagardère, Pearson, Reed Elsevier, Wolters Kluwer, Telecinco...). Trovate i risultati in tabella: se è vero che il rapporto tra prezzo e patrimonio netto è migliore rispetto ai concorrenti (grazie soprattutto agli incassi derivanti dall’offerta), il rapporto tra prezzo e utili e il rapporto tra prezzo e flussi di cassa sono invece in linea con il settore. Riteniamo che il titolo sia oggi correttamente valutato: chi lo ha lo mantenga, ma non ne acquisti altri.

· Sconsigliamo l’acquisto anche agli speculatori perché la società è “blindata” sia nell’azionariato, sia nella gestione (vedi la nostra analisi di dicembre ), e poi perché un eventuale rallentamento dell’economia peserebbe molto sui ricavi pubblicitari. Nel breve periodo non possiamo, quindi, escludere altri “scossoni” sul titolo.

 

Sole 24 Ore

Media europei

Media italiani

Borsa di Milano

P/U 2008

10,1

13,3

10,8

9,5

P/U 2009

11,2

13,1

10,2

8,6

P/PN 2008

1,2

4

2,2

1,5

P/PN 2009

1,1

3,5

2,1

1,4

P/FC 2008

5,7

9,1

6,1

5,4

P/FC 2009

6,1

8,7

6

5,2

P/U: rapporto tra prezzo e utili. P/PN: rapporto tra prezzo e patrimonio netto. P/FC: rapporto tra prezzo e flussi di cassa.

UN SOLE CHE NON BRILLA

Dalla quotazione a oggi, il Sole 24 Ore (grassetto; base 100) ha portato a casa un risultato decisamente negativo. Certo anche Piazza Affari (linea sottile) non ha brillato, ma almeno ha limitato i danni.

 

condividi questo articolo