Analisi
Chevron 10 anni fa - lunedì 14 aprile 2008
Buone prospettive a lungo termine

Buone prospettive a lungo termine

Prezzo al momento dell'analisi (11/04/08): 88,80 USD

Nel primo trimestre il rincaro del greggio compenserà la debolezza nella raffinazione e distribuzione. Chevron ha prospettive di crescita migliori della maggior parte dei suoi concorrenti e l’azione è conveniente.
>Acquistare

In attesa della pubblicazione dei dati trimestrali definitivi, Chevron (CVX.N) ha fatto il punto della situazione, anticipando risultati modesti per il primo trimestre 2008. L’attesa crescita dell’utile per azione deriverà infatti unicamente dall’aumento dei prezzi del petrolio e del gas. Il gruppo deve far fronte agli stessi problemi dei suoi concorrenti – scarsa crescita della produzione, redditività orientata al ribasso nella raffinazione e aumento dei costi – ma si distingue comunque da altri gruppi petroliferi per le sue prospettive di crescita a medio e lungo termine. Gli investimenti realizzati negli ultimi anni e l’entrata in produzione di importanti giacimenti (fra cui alcuni che avevano accumulato ritardi) consentono infatti a Chevron di mantenere l’obiettivo di una crescita media annua della produzione di oltre il 3% nel periodo dal 2005 al 2010 nonostante il calo nel 2007 (-2%) e la crescita pressoché nulla attesa per quest’anno. Inoltre, da qui al 2010 Chevron aumenterà le riserve. Il gruppo è molto presente nella dinamica regione del Pacifico (importanti riserve di gas e raffinerie). Stimiamo per il gruppo un utile per azione di 8,9 dollari nel 2008 e di 8,8 dollari nel 2009.

condividi questo articolo