Analisi
Iberia 9 anni fa - venerdì 11 aprile 2008
Movimenti corporativi in vista

Movimenti corporativi in vista

Prezzo al momento dell'analisi (10/04/2008): 2,53 euro

Il caro-petrolio e il rallentamento economico mondiale mettono alle corde il settore aereo. Iberia avrà un ruolo di primo piano negli attesi movimenti nel settore aereo spagnolo. L’azione è però cara e rischiosa.
> Vendere

Nel 2007 la spagnola Iberia (IBLA.MC1) ha quasi sestuplicato gli utili netti (0,346 euro per azione), in buona parte grazie ai guadagni sulla vendita della controllata Wam Acquisitions (la società che controlla il portale Amadeus). Senza tener conto di questo elemento, l’utile si limita a 0,25 euro, il doppio dell’utile corrente del 2006. Un buon risultato, che non è però dovuto a una sostanziale crescita dell’attività ma piuttosto a delle riduzione dei costi, in seguito soprattutto al minor consumo di carburante (flotta rinnovata) e all’impennata dell’euro rispetto al dollaro. Nel 2008 ci sono però pochi margini di miglioramento: il calo del dollaro già non basta più a coprire l’impennata del petrolio (quasi 112 dollari il barile) e il rallentamento economico mondiale comincia a farsi sentire sul traffico aereo. Certo la situazione attuale accelererà i movimenti corporativi nel settore, ma ci sembra poco probabile che il titolo Iberia – compagnia interessata più a crescere in Spagna che a comprare delle compagnie low cost – ne benefici a breve termine. Nonostante il generoso dividendo per il 2007 (0,17 euro contro gli 0,035 euro dell’anno precedente), l’azione continua a sembrarci cara e rischiosa.

condividi questo articolo