Analisi
Italcementi 9 anni fa - lunedì 7 aprile 2008
Sbarco in Russia

Sbarco in Russia

Prezzo al momento dell'analisi (04/04/08): 13,26 EUR

Italcementi cede le attività cementiere in Turchia, ma allo stesso tempo fa il suo ingresso nel mercato russo. Stimiamo un utile per azione di 1,9 euro nel 2008 e 1,96 euro nel 2009. Titolo correttamente valutato.
>Mantenere

Dopo Kuwait e Cina, Italcementi sbarca in Russia. Con la vendita delle attività turche, proprietà della controllata francese Ciment Français, il gruppo di Bergamo ha ottenuto una partecipazione in Sibirskiy Cement, uno dei più grandi produttori di cemento della ex Unione Sovietica. Per Italcementi si apre quindi un nuovo mercato, con la prospettiva, in futuro, che questo possa essere ancora più grande. Tra Sibirskiy Cement e Italcementi è infatti in discussione la possibilità di ulteriori collaborazioni in Asia centrale. Per assicurarsi la presenza in questo promettente mercato Italcementi ha sacrificato le 4 cementerie, il centro di macinazione e le 18 centrali di calcestruzzo che possedeva in Turchia. La perdita del mercato turco, che è stato il Paese dell’area mediterranea meno brillante in quanto a crescita nel 2007, dovrebbe essere compensata dai volumi di vendita nel mercato russo, in forte sviluppo. Crediamo saranno capaci di rinvigorire i conti del gruppo, che nel 2007 sono stati meno brillanti del previsto. Rispetto al 2006, l’utile è calato del 6% e i ricavi sono cresciuti solo del 2,5% a causa di un quarto trimestre chiuso con ricavi in calo del 5,1% rispetto al quarto trimestre 2006.

condividi questo articolo