Analisi
L'Oréal 10 anni fa - lunedì 28 aprile 2008
Segnali preoccupanti

Segnali preoccupanti

Prezzo al momento dell'analisi (25/04/2008): 74,33 euro

Anche se il management mantiene le sue previsioni 2008 (tra +6 e +8% per il fatturato) noi, più cauti, riduciamo le nostre sull’utile per azione da 3,8 a 3,6 euro per il 2008 e da 4,2 a 4 euro per il 2009. Il titolo è caro.
> Vendere

Dopo una crescita 2007 più elevata della media (+8% annuo contro il +5% dei concorrenti), il fatto che nel primo trimestre il fatturato di L’Oréal (OREP.PA) sia aumentato solo del 5,1% a causa della cattiva congiuntura in Nord America (-4%) rischia di pesare sulla reputazione del gruppo, finora ritenuto resistente agli alti e bassi dell’economia. Privilegiando la crescita interna e il controllo dei costi, il gruppo è infatti sempre riuscito a generare grosse liquidità, che utilizza per ricompensare gli azionisti (dividendo raddoppiato in 5 anni e acquisti di azioni proprie) e rafforzarsi nei Paesi emergenti. Per il momento la sua situazione finanziaria resta molto sana, ma se la congiuntura americana dovesse peggiorare ulteriormente e contagiare l’Europa occidentale (insieme Europa e Nord America rappresentano quasi il 75% del fatturato) al gruppo potrebbero mancare le risorse per finanziare il suo promettente sviluppo nel resto del mondo (già quasi 2/3 della sua crescita e della sua redditività). Quanto alla voci di un’acquisizione da parte di Nestlé (già suo azionista al 29%) non ci sembrano abbastanza convincenti da consigliarvi di speculare.

condividi questo articolo