Analisi
Natuzzi 9 anni fa - giovedì 3 aprile 2008
Ancora in crisi

Ancora in crisi

Prezzo al momento dell'analisi (02/04/2008): 3,66 USD

Gli sforzi del management per riportare il marchio Natuzzi nell’alta gamma sembrano essere falliti. Il gruppo annuncerà presto delle nuove misure per uscire dall’impasse attuale. Il titolo resta correttamente valutato.
> Mantenere

Nel quarto trimestre 2007 le vendite di Natuzzi (NTZ.N) sono diminuite dell’8% e le perdite hanno toccato livelli record. Il management le imputa alla congiuntura negativa, al dollaro debole e al rincaro delle materie prime, ma va anche ammesso che il tentativo di riposizionare il marchio Natuzzi nell’alta gamma non è riuscito. Il gruppo si ritrova infatti con una rete di 302 negozi monomarca Natuzzi, i cui costi di marketing e di promozione superano i ricavi. Certo le vendite dei divani di bassa gamma Italsofa vanno meglio, ma in questo segmento la forte concorrenza erode i margini di guadagno. Per rimontare la china, il management conta su un nuovo piano strategico, i cui dettagli verranno resi noti nelle prossime settimane. Grazie all’indebitamento molto basso il gruppo ha un buon margine di manovra per riprendersi, ma non ci aspettiamo miracoli. Anche se il fatturato dovrebbe aumentare (del 6% circa in base agli ordinativi) i costi elevati non gli permetteranno di chiudere l’anno in attivo. Stimiamo quindi per il 2008 una perdita di 0,34 dollari per azione (non più un utile di 0,17 dollari) e per il 2009 un utile per azione di 0,21 dollari (non più di 0,31 dollari).

condividi questo articolo