Analisi
Roche GS 10 anni fa - lunedì 21 aprile 2008
Primo trimestre deludente

Primo trimestre deludente

Prezzo al momento dell'analisi (18/04/2008): 183,6 CHF

Nel primo trimestre le vendite del gruppo sono risultate inferiori alle attese, ma il suo portafoglio di farmaci oncologici continua a mettere a segno una forte crescita. Il titolo resta correttamente valutato.
> Mantenere

Nel primo trimestre il fatturato di Roche (RO.S) è sceso del 4% (+2% senza effetti di cambio), penalizzato non solo dal dollaro debole (quasi il 40% del fatturato in Nord America), ma anche dal calo più pronunciato del previsto per le vendite del Tamiflu (contro l’influenza aviaria). Tenendone conto, riduciamo le stime sull’utile per azione da 12,7 a 11,8 franchi svizzeri per il 2008 e da 14,2 a 13,4 franchi svizzeri per il 2009. Il calo del fatturato del primo trimestre va però relativizzato, innanzitutto perché i risultati del primo trimestre 2007 erano stati gonfiati dalla scorte di Tamiflu realizzate da vari Governi che temevano un’epidemia di influenza aviaria. Inoltre nella farmacia (quasi l’80% delle vendite del gruppo) il fatturato cresce del 9% annuo (senza il Tamiflu e senza effetti di cambio), trainato dai buoni risultati (+15%) dei farmaci oncologici (oltre la metà delle vendite della divisione) e in particolare dell’Avastin (+35%) che dovrebbe beneficiare anche della sua recente approvazione negli Usa per il cancro al seno (oltre che per quello al polmone e al colon). Altro elemento positivo, Roche non ha farmaci che stanno per perdere il loro brevetto.

condividi questo articolo