Analisi
Unicredit: allarme rientrato? 10 anni fa - giovedì 24 aprile 2008
L’allarmismo del mercato sul titolo Unicredit sembra essere superato.

L’allarmismo del mercato sul titolo Unicredit sembra essere superato: in questo momento l’azione sta guadagnando circa l’1% in una giornata di Borsa negativa (l’indice S&P Mib perde circa lo 0,5%). Cos’è cambiato rispetto a ieri?

La novità che ha riportato “in carreggiata” il titolo è stata la pubblicazione delle previsioni della controllata Hvb sulle perdite nell’investment banking: una pubblicazione che ha portato a superare le perplessità del mercato, preoccupato più dalla vaghezza delle informazioni di ieri che non dall’entità delle perdite stesse. Perplessità che anche noi condividevamo, ve ne abbiamo ieri (vedi la nostra analisi ).

Insomma, che l’investment banking fosse in difficoltà non è una novità, e le nostre stime ne tengono già conto. Quelle dichiarazioni così “fumose” sembravano però l’anticamera di uno scenario più negativo del previsto, specialmente perché arrivano a poche settimane dalla pubblicazione dei dati trimestrali, cioè in quel periodo in cui il management ha già un’idea di come sono andati i conti pur non avendoli ancora comunicati al pubblico.

Ora che la vicenda si è ridimensionata, possiamo metterci una pietra sopra? Sì... e no. Se le dichiarazioni di oggi ci portano a confermare le nostre stime sugli utili e il consiglio di acquisto sul titolo, l’intera vicenda rimane comunque un cattivo esempio di comunicazione: per questo motivo, non riabbassiamo il livello di rischio ma lo lasciamo a 3.

condividi questo articolo