Analisi
Fortis 10 anni fa - giovedì 15 maggio 2008
Misure per rafforzare le finanze

Misure per rafforzare le finanze

Prezzo al momento dell'analisi (14/05/2008): 16,72 euro

I risultati trimestrali sono in linea con le attese, ma non positivi. Il gruppo prenderà delle nuove misure per rafforzare la struttura finanziaria, molto provata. L’azione resta comunque conveniente
> Acquistare

Nel primo trimestre gli utili di Fortis (FOR.BR) sono scesi del 31% annuo (-51% il dato per azione), penalizzati ancora una volta dagli accantonamenti legati alla crisi finanziaria e dai costi di integrazione delle attività di ABN Amro acquisite nel 2007, che peraltro si sono comportate meno bene delle attese. Non solo infatti hanno perso clienti, ma è diminuita anche la raccolta di capitali (-17%) nel ramo vita in Belgio (crescente sfiducia verso i prodotti legati ai mercati finanziari). I costi restano comunque sotto controllo e crescono sia i ricavi dell’attività bancaria di Fortis sia la raccolta di capitali nelle assicurazioni vita in Olanda e nel ramo danni in Belgio. Fortis è chiamata comunque a rafforzare, ancora una volta, la sua struttura finanziaria, resa più fragile. Sono così in programma emissioni di prestiti obbligazionari e cessioni di filiali. Inoltre, la cinese Ping An, già azionista del gruppo al 4,9%, dovrebbe salire fino al 7%. Tutte misure che dovrebbero risultare sufficienti per evitare una revisione al ribasso del dividendo, punto sul quale restiamo comunque vigili. Lasciamo per ora pressoché invariate le nostre stime sull’utile per azione a 1,96 euro per il 2008 e 3,08 euro per il 2009.

condividi questo articolo