Analisi
Iride 10 anni fa - venerdì 9 maggio 2008
Presenta il piano 2008-2012

Presenta il piano 2008-2012

Prezzo al momento dell'analisi (08/05/08): 1,92 EUR

Iride presenta un ambizioso piano industriale 2008-2012, che punta su un forte aumento della capacità di produrre energia. Le indicazioni sul primo trimestre 2008 ci portano a confermare le nostre stime sull’utile.
>Mantenere

Il piano industriale 2008-2012 presentato da Iride è ambizioso. La società vuole portare il risultato industriale dagli 0,39 euro per azione del 2007 a circa 0,68 euro per azione nel 2012, con un crescita media annua compresa tra l’11% e il 13%. Perno della crescita è l’incremento della capacità elettrica: l’obiettivo è quello di raddoppiare, alla fine del 2012, il livello di produzione del 2007. Uno dei due impianti necessari a raggiungere questo risultato dovrebbe entrare in funzione già a fine 2008. Inoltre, la società potrà contare sull’ampliamento della disponibilità di gas: ruolo importante in questo senso ricoprirà il rigassificatore di Livorno. Se l’obiettivo al 2012 ci pare difficile da centrare, sulla base delle poche indicazioni fornite sull’andamento del primo trimestre 2008 (produzione di calore +21%) confermiamo le stime di un utile per azione di 0,15 euro nel 2008 e di 0,16 euro nel 2009. Nel piano non se ne parla, ma la strategia di rafforzamento nelle attività di produzione d’energia lascia secondo noi più di una porta aperta all’integrazione con quelle utility più forti, invece, nelle attività di distribuzione e vendita come Enìa e Hera. Il titolo resta a nostro avviso correttamente valutato.

condividi questo articolo