Analisi
Alitalia 9 anni fa - lunedì 9 giugno 2008
L'Ue potrebbe bocciare il prestito

L'Ue potrebbe bocciare il prestito

Prezzo al momento dell'analisi (06/06/08): 0,45 EUR

Al 31 aprile (prima del prestito ponte di 0,22 euro per azione) la liquidità in cassa era scesa a 0,125 euro per azione. Sempre ad aprile i passeggeri hanno registrato un calo del 25% rispetto allo stesso mese del 2007.
>Vendere

Alitalia è ancora nella bufera: la Commissione europea l'11 giugno potrebbe aprire una procedura di infrazione nei confronti dell'Italia per il prestito ponte di 300 milioni di euro (0,22 euro per azione) concesso ad Alitalia. Questo andrebbe incontro alle proteste degli altri vettori europei come Ryanair e British Airways per cui il prestito ponte sfalserebbe la concorrenza proprio in un anno in cui tutte le compagnie aeree sono in difficoltà per il caropetrolio (la stessa Ryanair ha detto che potrebbe chiudere con utili in pareggio o addirittura inferiori all'anno passato se il petrolio continua a correre). C'è però uno spiraglio: la procedura d'infrazione richiederà qualche mese per essere completata e, qualora nel frattempo si portasse a termine la vendita, il prestito potrebbe essere restituito e la faccenda chiusa. Intanto la società ha preso atto della scelta del Governo di nominare Banca Intesa consulente della privatizzazione. Senza un acquirente che la ricapitalizzi Alitalia è di fatto fallita. Ipotizzando un aumento di capitale di circa 1,4 miliardi di euro (1 euro per azione) che le consenta di arrivare fino a fine anno stimiamo perdite per il 2008 a 0,25 euro per azione. L’azione è molto cara.

condividi questo articolo