Analisi
Mabuchi Motor 9 anni fa - lunedì 30 giugno 2008
Riduce gli obiettivi

Riduce gli obiettivi

Prezzo al momento dell'analisi (27/06/2008): 5680 yen

L’attività e la redditività del gruppo stanno di nuovo rallentando, ma la frenata non rimette in causa la sua buona salute finanziaria e di conseguenza la sua generosa politica nei confronti degli azionisti. Il titolo resta correttamente valutato.
> Mantenere

Nel primo trimestre l’attività di Mabuchi Motor (6592.T) – il primo produttore al mondo di motorini elettrici per prodotti di largo consumo – è stata penalizzata dal rallentamento economico, che ha frenato le vendite di piccoli motori elettrici (-1,5% le vendite del gruppo in volume). Inoltre, il rapido apprezzamento dello yen rispetto al dollaro ha fatto sì che il suo fatturato si contraesse del 5,5%. Attualmente, i prezzi delle materie prime (rame, ferro…) restano orientati al rialzo e, vista la forte concorrenza nel settore, Mabuchi non può trasferire questi rincari sui prezzi di vendita senza mettere a rischio la sua quota di mercato; di conseguenza i suoi margini continuano a scendere. Tenendo conto del rallentamento dell’attività e delle pressioni sui margini, il management ha dovuto quindi rivedere ancora una volta al ribasso i suoi obiettivi per il 2008. Di conseguenza anche noi abbassiamo le stime sull’utile per azione del gruppo da 230 a 207 yen per il 2008 e da 287 a 255 yen per il 2009. Mabuchi continua comunque a vantare un’invidiabile solidità finanziaria e potrà quindi continuare a ricompensare gli azioni con dividendi e acquisti di azioni proprie.

condividi questo articolo