Analisi
Nokia 9 anni fa - giovedì 26 giugno 2008
Acquisisce Symbian

Acquisisce Symbian

Prezzo al momento dell'analisi (25/06/2008): 16,78 euro

Di fronte a vendite che segnano il passo e alla congiuntura negativa, Nokia cerca di reagire. Ma è ancora troppo presto per cantar vittoria e, nonostante il recente calo, l’azione resta cara.
> Vendere

Se tra il 2004 e il 2007 Nokia (NOK1V.HE) ha più che raddoppiato l’utile per azione, il merito va alla crescita delle vendite in volume (la redditività è leggermente arretrata). Attualmente, però, nei Paesi industrializzati (60% circa del fatturato), il mercato dei cellulari arriva a saturazione e c’è il rischio che il rallentamento economico contagi anche i Paesi emergenti, per ora aree a forte crescita. Per reagire, Nokia si focalizza sullo sviluppo degli smartphone (cellulari intelligenti con accesso a internet) che, oltre a essere più redditizi, rappresentano per ora meno del 15% del mercato mondiale. In quest’ottica acquisisce, a un prezzo ragionevole, Symbian, una società che produce i software per i suoi smartphone. L’idea è di renderli gratuiti in modo da contrastare gli sforzi di concorrenti come Apple o Google che cercano di entrare in questo mercato con le loro soluzioni. In più Nokia, approfittando della sua supremazia nei cellulari (40% del mercato mondiale), cerca di favorire l’emergere di servizi innovativi su questo mercato, ma la partita è solo agli inizi. Manteniamo invariate le stime sull’utile per azione a 1,56 euro per il 2008 e a 1,66 euro per il 2009.

condividi questo articolo