Analisi
Santander 10 anni fa - giovedì 5 giugno 2008
Resiste meglio dei concorrenti

Resiste meglio dei concorrenti

Prezzo al momento dell'analisi (04/06/2008): 12,96 euro

Il gigante bancario spagnolo fronteggia bene l’attuale crisi finanziaria e dimostra di avere una capacità speciale per le operazioni corporative. Ai prezzi attuali, l’azione resta conveniente.
> Acquistare

Nel primo trimestre gli utili di Santander (SAN.MC1) sono cresciuti del 22%, anche se in termini di utile per azione la crescita è del 14% a 0,33 euro (aumento del numero di azioni in seguito alla conversione di obbligazioni). Il rapporto tra costi e ricavi si attesta a 41,3 contro il 48 medio delle banche spagnole, tra le più efficienti al mondo. Inoltre, anche in un momento di crisi come l’attuale, si dimostra molto brillante concludendo un accordo con Monte Paschi e General Electric per la vendita di Antonveneta e della controllata Interbanca (ereditate al momento della spartizione con Fortis e RBS delle attività di ABN Amro) a un prezzo che supera del 50% quello da lui pagato. Incasserà così un guadagno straordinario di 0,35 euro per azione (al netto delle imposte) che gli eviterà un aumento di capitale. A Santander resterà solo la controllata più promettente: il Banco Real de Brasil. Tenendo conto però del forte rallentamento della domanda di crediti in Spagna e della congiuntura economica negativa manteniamo le stime sull’utile per azione a 1,58 euro per il 2008 e a 1,67 euro per il 2009.

condividi questo articolo