Analisi
Delhaize 9 anni fa - venerdì 25 luglio 2008
Avvertimento sui risultati

Avvertimento sui risultati

Prezzo al momento dell'analisi (24/07/2008): 36,57 euro

Dopo aver confermato all’inizio di maggio i suoi obiettivi 2008, il gruppo è ora obbligato a ridurli a causa del peggioramento della congiuntura. L’azione resta comunque correttamente valutata.
> Mantenere

Il secondo trimestre di Delhaize (DELB.BR) è stato più fiacco del previsto. Secondo i dati provvisori, il fatturato scende del 7,5% e l’utile industriale del 22%. Il gruppo, che subisce il cambiamento nelle abitudini di acquisto dei consumatori in seguito ai rincari dell’energia e degli alimentari e alla crisi finanziaria e immobiliare, adotta subito delle misure per risparmiare 60 milioni di euro da qui a fine 2008. Intanto, in Belgio, il piano Excel 2008-10 – che mira a aumentare i ricavi, a ridurre i costi e a migliorare la produttività – comincia a dar frutti. Benché conti su una ripresa nel secondo semestre, il gruppo ha però ridotto le stime per il 2008, aspettandosi una crescita del fatturato (senza effetti di cambio, senza la cinquantatreesima settimana di vendite negli Usa e senza l’acquisizione di Plus Hellas) compresa tra il 3 e il 4,5% (non più tra il 4 e 5,5%) e degli utili tra il 15 e il 20% (non più tra il 25 e 30%); delle stime che ci sembrano più in linea con il peggioramento della congiuntura. In attesa dei dati definiti (il 4 agosto) riduciamo le stime sull’utile per azione da 4,98 a 4,65 euro per il 2008 e da 5,31 a 4,97 euro per il 2009 e stimiamo un utile per azione di 5,35 euro nel 2010.

condividi questo articolo