Analisi
Cimpor 9 anni fa - venerdì 5 settembre 2008
Risultati semestrali fiacchi

Risultati semestrali fiacchi

Prezzo al momento dell'analisi (04/09/2008): 4,28 euro

Il mercato iberico del cemento, che zoppica soprattutto in Spagna, ha pesato sui risultati del gruppo, che ha accusato anche perdite finanziarie. Ai prezzi attuali l’azione resta comunque correttamente valutata.
> Mantenere

Nel primo semestre gli utili della portoghese Cimpor (CPR.LS) sono diminuiti del 17,6% rispetto allo stesso periodo del 2007 a causa dell’andamento negativo dei mercati nella penisola iberica, e soprattutto in Spagna. Le vendite di cemento (in volume) sono tuttavia cresciute dell’8,3% grazie all’ingresso nei conti del gruppo delle attività in Cina e India. A livello di risultati industriali, il calo del mercato iberico si fa sentire pesantemente. In Spagna l’utile industriale è diminuito del 38,2% e in Portogallo dell’8,1%, riflettendo le difficoltà del settore edilizio. Buone notizie giungono invece dal Brasile (+41,4%), dal Marocco (+24,5%) e dall’Egitto (+29,7%). Complessivamente, il calo dell’utile industriale del gruppo si è limitato al 6%. A livello finanziario, Cimpor ha risentito dell’aumento dell’indebitamento (a causa degli investimenti realizzati) e del rialzo dei tassi d’interesse, ma soprattutto della perdita di valore delle partecipazioni finanziarie. Tenendo conto delle difficoltà attuali abbassiamo le nostre stime sull’utile per azione del gruppo da 0,45 0,40 euro per il 2008 e da 0,50 a 0,46 euro per il 2009.

condividi questo articolo