Analisi
TF1 9 anni fa - venerdì 19 settembre 2008
In una situazione delicata

In una situazione delicata

Prezzo al momento dell'analisi (18/09/2008): 13,39 euro

L’annunciato divieto della pubblicità sui canali pubblici francesi a partire dal 2009 avvantaggerebbe TF1, ma non basterebbe a risolvere tutti i suoi problemi congiunturali e strutturali. Ai prezzi attuali l’azione è cara.
> Vendere

In Francia l’annunciata fine della pubblicità sui canali pubblici dovrebbe favorire i ricavi pubblicitari di quelli privati, a partire da TF1 (TFFP.PA). Certo una crescita dell’utile per azione dell’ordine di 0,4 euro non è impossibile, ma la prudenza si impone. L’opinione pubblica e gli altri media sono infatti contrari a un aumento della pubblicità sulle TV private e TF1 è in una situazione delicata. Nel primo semestre il suo utile per azione è sceso del 32% e il fatturato di quasi il 5%. TF1, i cui dati sull’audience non fanno che peggiorare, è infatti particolarmente colpita dalla crisi del mercato pubblicitario in seguito al rallentamento economico. Senza contare che questa società è molto focalizzata sulla Francia e ha dimensioni relativamente modeste rispetto a molti concorrenti. Infine il piano di ridurre, nei prossimi tre anni, il costo della programmazione del 20% annuo ci sembra troppo ambizioso, a meno di non compromettere ancora di più l’audience. In ogni caso, i risparmi dovrebbero essere investiti nello sviluppo della TV digitale, in cui il gruppo accusa ritardi. Il generoso dividendo potrebbe quindi essere rimesso in causa. Stimiamo un utile per azione di 0,80 euro nel 2008 e 1 euro nel 2009.

condividi questo articolo