Analisi
ArcelorMittal 9 anni fa - lunedì 17 novembre 2008
Allarme sui risultati

Allarme sui risultati

Prezzo al momento dell'analisi (14/11/2008): 16,77 euro

Tenendo conto dei prezzi attuali dell’acciaio e dei dubbi sulla capacità del gruppo di saper dominare la crisi attuale, riduciamo fortemente le stime sugli utili del 2009. Il titolo resta però correttamente valutato.
> Mantenere

Nonostante un utile corrente per azione in crescita del 56% nel terzo trimestre, le prospettive di ArcelorMittal (ISPA.AS) non sono molto positive. La crisi del settore immobiliare in quasi tutto il mondo e il forte rallentamento del mercato auto non lasciano infatti ben sperare per la domanda mondiale di acciaio nei prossimi mesi, e il crollo dei prezzi dai massimi storici di luglio fa conoscere la prima crisi al nuovo gigante dell’acciaio. Il management risponde al calo della domanda annunciando una riduzione della produzione tra il 30 e il 35% nel quarto trimestre, ma ci sembra una reazione un po’ troppo lenta. Ci aspettiamo quindi che la redditività soffra molto non solo nel quarto trimestre, ma anche nel 2009 (i prezzi dell’acciaio dovrebbero restare sotto pressione). In ogni caso, la crisi attuale metterà alla prova il suo modello economico, a partire dalla capacità del gruppo – che rappresenta poco meno del 10% della produzione mondiale di acciaio – di influenzare l’evoluzione dei prezzi dell’acciaio, arginandone il calo. Noi dubitiamo di questa capacità e stimiamo un utile per azione 2009 in calo a 2,27 euro dai 7,33 euro stimati per quest’anno.

condividi questo articolo