Analisi
Unilever 9 anni fa - lunedì 3 novembre 2008
Risultati trimestrali rassicuranti

Risultati trimestrali rassicuranti

Prezzo al momento dell'analisi (31/10/08): 18,84 EUR

Unilever presenta risultati trimestrali rassicuranti, anche se sul suo futuro incombe il rallentamento economico. L’indebitamento resta però ragionevole e il dividendo generoso. L’azione è correttamente valutata.
>Mantenere

Nei primi 9 mesi dell’anno Unilever (UNc.AS) ha visto un fatturato (acquisizioni e cessioni escluse) in crescita del 7,4% rispetto allo stesso periodo del 2007 e un utile per azione stabile. Sono risultati rassicuranti, anche se non entusiasmanti. Rispetto al passato il gruppo sta perdendo meno terreno nei confronti dei concorrenti e sembrerebbe anche meglio posizionato sui mercati emergenti (oltre il 40% del fatturato ). Nonostante la difficile congiuntura, Unilever ha visto crescere le vendite in volume (+0,7% nei primi 9 mesi dell’anno e +0,6% nel terzo trimestre) e ha trasferito il rincaro delle materie prime sui prezzi di vendita. In più, ha ceduto linee di prodotti poco redditizie o con prospettive limitate e ha continuato a ridurre i costi di funzionamento. Grazie agli sforzi di ristrutturazione, Unilever è così riuscita a mantenere stabile la redditività industriale. Il rallentamento economico in atto rischia però di ridurre il margine di manovra del management, proprio ora che invece sarebbe stato opportuno accelerare la rifocalizzazione verso i prodotti più redditizi. Manteniamo le stime sull’utile per azione a 1,43 euro per il 2008 e a 1,45 euro per il 2009. Il titolo rimane correttamente valutato.

condividi questo articolo