Analisi
ASML Holding 9 anni fa - giovedì 18 dicembre 2008
Avvertimento sui risultati

Avvertimento sui risultati

Prezzo al momento dell'analisi (17/12/2008): 11,98 euro

Presente su un mercato molto sensibile ai cicli economici, l’olandese ASML Holding subisce in pieno il peggioramento della congiuntura. Nonostante il crollo del prezzo, l’azione resta cara.
> Vendere

ASML Holding (ASML.AS) – società che produce macchinari litografici per stampare circuiti su finissime lastre di silicio – ha ridotto nettamente le previsioni sulle vendite. Alla fine del terzo trimestre aveva già segnalato un rallentamento dell’attività, ma ora, in seguito all’aggravarsi della crisi, ha dovuto ammettere che i suoi ordini, già molto limitati, sono scesi ormai ai minimi storici. Nel peggiore dei casi, il suo fatturato potrebbe quindi scendere addirittura dell’80% annuo nel primo trimestre 2009 a causa di un crollo della domanda molto più accentuato di quello della crisi precedente (nel 2001). Il gruppo cerca di salvaguardare la redditività, ma dubitiamo che i tagli ai costi gli evitino di sprofondare in rosso nei prossimi mesi. Inoltre le perdite verranno, secondo noi, accentuate anche dal fatto che il drastico crollo delle vendite obbligherà il gruppo a contabilizzare degli accantonamenti per coprire la svalutazione delle attività (ad esempio le scorte). Anche nel migliore dei casi, non ci aspettiamo quindi una ripresa prima del secondo semestre 2009. Riduciamo così le stime sull’utile per azione da 0,83 a 0,60 euro per il 2008 e da 0,90 a 0,30 euro per il 2009.

condividi questo articolo