Analisi
Autogrill 9 anni fa - lunedì 22 dicembre 2008
Non c'è schiarita all'orizzonte

Non c’è schiarita all’orizzonte

Prezzo al momento dell'analisi (19/12/2008): 5,75 euro

Autogrill, da diversi anni molto presente negli aeroporti, in occasione del lancio dei nuovi treni a alta velocità inaugura il suo primo punto ristoro nella stazione centrale di Milano. La crisi morde: titolo caro.
>Vendere

Per una società che negli ultimi anni ha speso notevoli risorse per rafforzare la propria presenza negli aeroporti, la crisi economica arriva come una doccia fredda: lusso e viaggi sono le prime spese sulla quali si comincia a risparmiare. La situazione preoccupa ancor più considerando che una delle ultime, costose, acquisizioni ha portato il gruppo a rafforzarsi nel Regno Unito, uno dei Paesi più colpiti dalla crisi e la cui valuta, nelle ultime settimane, si è molto deprezzata nei confronti dell’euro (fatto che peserà sui bilanci). In sede di presentazione dei risultati del terzo trimestre (non troppo distanti dalle nostre stime), la società ha fatto una previsione sulla chiusura del 2008 che lascia presagire un quarto trimestre davvero negativo. In particolare, dovrebbero pesare notevolmente gli oneri finanziari legati ai debiti contratti per le acquisizioni. Per il 2009 la situazione resta cupa: il management stesso, a differenza del solito, non si è sbilanciato in previsioni. Un brutto segnale che ci ha portato a ridurre drasticamente le previsioni sui futuri utili del gruppo: stimiamo un utile per azione di 0,43 euro (da 0,57) per il 2008 e 0,43 euro (da 0,76) per il 2009. Il titolo resta caro.

 

condividi questo articolo