Analisi
Fortis 9 anni fa - lunedì 15 dicembre 2008
Accordi rimessi in dubbio?

Accordi rimessi in dubbio?

Ultimo prezzo prima della sospensione (12/12/2008): 0,92 euro

Dopo la decisione della Corte d’appello di Bruxelles, che ha bloccato la vendita di attività a Bnp Paribas, il titolo è stato sospeso in attesa di ulteriori informazioni. L’azione resta conveniente, ma l’incertezza è sempre più elevata.
> Mantenere

La Corte d’appello di Bruxelles venerdì sera ha sospeso lo smantellamento di Fortis (FOR.BR) e ha designato 5 esperti per esaminare il caso, imponendo a Fortis di convocare un’assemblea degli azionisti per dar loro la possibilità di pronunciarsi sullo smantellamento. Una nuova “tegola” sul futuro del gruppo, che tra l’altro proprio in questi giorni era impegnato a recuperare il più possibile nuovi capitali da questa transazione. Fortis stava ad esempio negoziando con BNP Paribas il recupero di 600-700 milioni su un prestito accordato da Fortis Banque Belgique a Fortis Bank Nederland. Questo prestito, essendo stato ripreso durante la nazionalizzazione di Fortis Bank Nederland dallo stato olandese che beneficia di una maggiore solvibilità, sarebbe infatti stato rivalorizzato nei conti di Fortis Bank Belgique inglobata da BNP Paribas. Inoltre, Fortis tenta di ottenere più del previsto (200 milioni di euro?) dall’attesa vendita di Interparking (controllata della divisione assicurativa ceduta a BNP) alla francese Vinci. Secondo alcune voci, infine, lo Stato belga avrebbe l’intenzione (però smentita) di rendere a Fortis la partecipazione dell’11,6% ottenuta in BNP Paribas al momento della divisione delle attività del gruppo.

condividi questo articolo