Analisi
La settimana del Ringraziamento 9 anni fa - lunedì 1 dicembre 2008
Complice l’ottimo andamento di Wall Street, trascinato dalle notizie sugli aiuti di Stato, il bilancio settimanale delle Borse mondiali è positivo.

Dopo aver perso molto terreno durante le scorse settimane, in quella appena passata le Borse mondiali hanno portato a casa risultati positivi. Lo S&P 500 ha dato una sferzata al grafico del suo andamento settimanale guadagnando, nella settimana della festa del Ringraziamento, ben il 12%. Per un risultato del genere il vero ringraziamento va rivolto agli aiuti di Stato all’economia Usa decisi dalla Banca Centrale. A beneficiarne maggiormente è stata Citigroup, per la quale è stato disposto un piano di salvataggio congiunto dalla Banca Centrale e dal Tesoro Usa, che prevede l’accollo di potenziali perdite in attività a rischio fino a 306 miliardi di dollari (241 miliardi di euro). Il titolo ha risposto positivamente guadagnando il 119%, spinto anche dalla speculazione relativa a un consistente acquisto di 26 milioni di titoli da parte di un importante investitore. A Wall Street ha brillato anche General Motors, che ha guadagnato ben il 71%: un risultato ottenuto nonostante il Congresso Usa abbia stabilito di posticipare a dicembre ogni decisione in merito al piano di aiuti governativi. L’ottimo comportamento di General Motors e anche quello di Ford (+88%) lasciano pensare che comunque si sia trovato un accordo per il loro salvataggio. La brillante settimana di New York ha spinto anche le Borse europee, che nel loro complesso hanno messo su l’11%. Francoforte ha guadagnato l’8%, trascinata dai titoli finanziari (Deutsche Bank +51%, Allianz +40%). I finanziari trascinano al rialzo anche Londra (+13%), con il mercato che sembra aver apprezzato la decisione da parte di Lloyds Tsb (+34%) di acquistare Hbos (+24%). Anche la Borsa di Parigi ha guadagnato il 13%, nonostante il taglio delle stime per il 2008 di Axa (+27%).

condividi questo articolo