Analisi
Delhaize 9 anni fa - venerdì 16 gennaio 2009
Positive le vendite di fine anno

Positive le vendite di fine anno

Prezzo al momento dell'analisi (15/01/2009): 43,22 euro

Il gruppo belga resiste bene alla crisi economica, grazie alla sua focalizzazione sugli alimentari e alla politica di bassi prezzi negli Usa. Ai prezzi attuali, il titolo resta correttamente valutato.
> Mantenere

Contrariamente a quanto si temeva, nel quarto trimestre il fatturato di Delhaize (DELB.BR) è aumentato del 15,8% facendo registrare un progresso dello 0,4% alle vendite dell’intero anno. Il gruppo ha così raggiunto la fascia più alta delle sue previsioni sulle vendite (anche se riviste al ribasso a luglio) e ha confermato le sue stime sugli utili 2008. Negli Usa (70% del fatturato) sono aumentate le vendite dei marchi propri (più redditizi); in Belgio, grazie alle iniziative in fatto di prezzi e alle promozioni, il gruppo ha potuto aumentare la sua quota di mercato. Il management ha inoltre deciso di chiudere nelle prossime settimane 7 negozi Sweetbay in perdita e di vendere tutti e quattro i suoi punti vendita tedeschi. In seguito al venir meno delle perdite l’utile industriale aumenterà di 7 milioni di euro all’anno, mentre i costi non ricorrenti di queste cessioni (circa 0,28 euro per azione) verranno contabilizzati nel quarto trimestre 2008. Nel 2009 il gruppo intende inoltre risparmiare altri 100 milioni di euro e ampliare la rete distributiva. Viste le spese di chiusura dei negozi, riduciamo le stime sull’utile per azione da 4,65 a 4,54 euro per il 2008, mentre le manteniamo a 4,97 euro per il 2009 e a 5,35 euro per il 2010.

condividi questo articolo