Analisi
Unicredit Group 9 anni fa - venerdì 9 gennaio 2009
Si va alle grandi manovre?

Si va alle grandi manovre?

Prezzo al momento dell'analisi (8/01/2009): 1,92 euro

Il gruppo smentisce le voci di integrazione con Mediobanca che hanno infiammato i mercati negli ultimi giorni. Partito, nel frattempo, l’aumento di capitale garantito proprio dalla stessa Mediobanca.

> Mantenere

Negli ultimi giorni il mercato ha scommesso sull’integrazione Unicredit -Mediobanca. I due gruppi hanno però smentito le voci: la fusione rimane, almeno per ora, un’ipotesi teorica anche se avrebbe dei vantaggi (Mediobanca avrebbe accesso alla rete retail di Unicredit, quest’ultima rafforzerebbe la banca d’investimento). Per rafforzare il capitale Unicredit si deve quindi “accontentare” di altri strumenti, come la vendita di partecipazioni (il 3,3% di Atlantia), la costituzione di un fondo immobiliare e l’aumento di capitale attualmente in corso. Visto il prezzo (3,083 euro) l’aumento è destinato ad andare deserto, ma i titoli saranno comunque sottoscritti da Mediobanca, che li utilizzerà per emettere un prestito obbligazionario convertibile destinato a investitori istituzionali. È da qui che sono nate le voci di fusione: pur se per un effetto “tecnico”, fino alla conversione del prestito Mediobanca sarà azionista di Unicredit col 6,8% del capitale. Le azioni, comunque, saranno prive del diritto di voto, rendendo meno probabile la fusione. Continuiamo a vedere per Unicredit un futuro “in solitaria”: stimiamo utili per azione di 0,3 euro nel 2008, 0,37 nel 2009 e 0,4 nel 2010.

condividi questo articolo