Analisi
Royal Dutch Shell A 9 anni fa - lunedì 2 febbraio 2009
Molta liquidità in cassa

Molta liquidità in cassa

Prezzo al momento dell'analisi (26/01/09): 19,40 EUR

Nonostante il calo del greggio, le importanti liquidità in cassa e lo scarso indebitamento del gruppo ci consentono di sperare in una crescita del dividendo per il 2009. Secondo noi l’azione rimane conveniente.
> Acquistare

Nel quarto trimestre 2008 il fatturato di Royal Dutch Shell (RDSa.AS) è sceso di oltre il 38% rispetto al trimestre precedente. Considerando le svalutazioni delle riserve in seguito al calo del prezzo greggio e al calo della domanda, il gruppo ha così pubblicato per il quarto trimestre una perdita complessiva di 0,44 dollari per azione. Riduciamo le stime sull’utile per azione da 2,65 a 2,36 euro per il 2009 e da 3,37 a 2,60 euro per il 2010. Dalla tesoreria arriva però una bella sorpresa: la liquidità è aumentata del 36% e il gruppo si ritrova oltre 15 miliardi di dollari in cassa. Beneficiando anche di un indebitamento limitato, ha potuto così annunciare che il dividendo del primo trimestre 2009 aumenterà del 5% rispetto a quello del primo trimestre 2008. Inoltre, il gruppo potrà continuare a permettersi di investire (previsti investimenti per 31 miliardi di dollari nel 2009) per rinnovare le riserve e sostenere la crescita. La crisi non sembra quindi rimettere in causa la sua strategia e, in particolare, il raddoppio della capacità produttiva negli impianti di rigassificazione, produzione di energia poco inquinante che potrebbe beneficiare dei favori della nuova amministrazione a guida degli Usa.

condividi questo articolo