Analisi
Telecom Italia 9 anni fa - venerdì 6 febbraio 2009
Scenario in evoluzione in America

Scenario in evoluzione in America

Prezzo al momento dell'analisi (5/02/2008): 1,04 EUR

Brasile e Argentina sono al centro delle notizie degli ultimi giorni relative a Telecom Italia. In entrambi i Paesi il gruppo si sta confrontando con le autorità pubbliche: gli esiti per ora sono incerti. Titolo conveniente.

> Acquistare

In Argentina, Telecom ha riavviato i colloqui col governo locale per il controllo di Telecom Argentina: Telecom Italia ne possiede già la metà e in base agli accordi stipulati potrebbe acquisire l’altro 50% a un prezzo “di favore”, ma c’è l’incognita Antitrust. Tra gli azionisti di Telco (la società che controlla Telecom Italia) c’è infatti la spagnola Telefonica, che in Argentina già controlla il primo operatore del Paese. Un problema che si ripresenta anche in Brasile: qui Telecom Italia controlla il 100% di Tim Brasil, concorrente di Vivo (società in comune tra Telefonica e i portoghesi). In Brasile, poi, la situazione è ulteriormente complicata dal fatto che la Consob locale ha imposto a Telco di lanciare un’offerta pubblica di acquisto su Tim Participaçoes (di cui Tim Brasil detiene l’81,3%). Telco ha presentato ricorso contro questa decisione, ma il rischio di dover finanziare l’Opa, unito all’elevato indebitamento di Telco, ci portano a ritenere improbabile che Telco rinunci interamente alle entrate del dividendo Telecom; per questo ci aspettiamo un dividendo sì ridotto (0,6 euro, era 0,8 euro l’anno scorso) ma non azzerato. Quanto agli utili, li stimiamo pari a 0,11 euro per azione nel 2008 e 2009 (0,12 nel 2010).

 

 

condividi questo articolo