Analisi
Banca Pop. Milano 8 anni fa - lunedì 30 marzo 2009
Intende rafforzare il capitale

Intende rafforzare il capitale

Prezzo al momento dell'analisi (27/03/09): 3,88 EUR

Analogamente a molte altre banche, anche Bpm “correda” i dati 2008 con l’annuncio di un piano destinato a rafforzare il patrimonio del gruppo. Stimiamo utili per azione 2009 e 2010 rispettivamente di 0,33 e 0,34 euro.
> Mantenere

Bpm archivia un 2008 difficile: gli utili si attestano 0,18 euro per azione, in forte calo rispetto agli 0,78 euro per azione del 2007. I ricavi da interesse aumentano del 3,9%, ma il giro d’affari complessivo si contrae dell’11% a causa delle commissioni (-11,6%) e dell’attività di negoziazione titoli (che chiude in rosso). Il management proporrà all’assemblea un dividendo fortemente ridimensionato rispetto allo scorso anno, da 0,40 a 0,10 euro. Ma per rafforzare il capitale questo non basta: il gruppo ha perciò varato una serie di manovre simili a quelle proposte da altre colleghe, ad esempio Ubi Banca . Bpm farà ricorso ai cosiddetti Tremonti-bond per 500 milioni di euro (circa il 15% del patrimonio del gruppo). Il gruppo emetterà inoltre 700 milioni di obbligazioni con obbligo di conversione, a giugno 2013, in azioni Bpm; a questi bond sarà anche associato un warrant che darà diritto a acquistare, sempre a giugno 2013, nuove azioni Bpm. Infine, per migliorare la qualità del proprio patrimonio, Bpm intende riacquistare i titoli “ibridi”, strumenti emessi da società del gruppo e considerati “quasi-capitale” perché rimborsabili solo dopo gli altri debiti.

 

condividi questo articolo