Analisi
E se mi coprissi coi covered warrant? 8 anni fa - lunedì 23 marzo 2009
La scorsa settimana avete sottolineato la difficoltà di attuare una copertura con opzioni put. Non sarebbe possibile fare la stessa cosa con un covered warrant?

· In linea di massima sì: anche i covered warrant put offrono la possibilità di coprirsi dai ribassi delle Borse. Il meccanismo è identico a quello delle opzioni: si paga un "premio", cioè il prezzo del covered warrant, quindi se la Borsa crolla alla scadenza del covered warrant (o se lo si vende prima della scadenza) si incassa un guadagno (che dovrebbe compensare le perdite del vostro portafoglio di azioni), se la Borsa cresce, alla scadenza il valore del covered warrant è zero e perdete tutto il premio versato. Il covered warrant, però, ha due problemi, gli stessi delle opzioni put. Il primo sta nella quantità da comperare (e quindi dai soldi da spendere) per proteggersi dal ribasso delle Borse.

                  CROLLA LA BORSA, SALGONO I CW PUT...

...ma la loro liquidità è piuttosto scarsa. L'andamento del covered warrant put sulla Borsa italiana con prezzo di esercizio 32.000 e scadenza a dicembre 2012 (grassetto, scala destra) mostra inequivocabilmente la scarsa liquidità del titolo e pone gravi dubbi circa la sua capacità di salvare effettivamente un risparmiatore dai cali generati da Piazza Affari (linea sottile, a sinistra).

· Il secondo problema sta anche nella loro scarsa liquidità che fa sì che il prezzo del covered warrant non sia sempre particolarmente significativo.
· Se date un'occhiata al grafico Crolla la Borsa, salgono i CW put, potete, infatti, notare che il covered warrant che abbiamo preso come esempio (uno assai lungo di scadenza, che offre la possibilità di coprirvi dal rischio di crollo dei mercarti da qui a oltre 3 anni), si muove a scatti, segno inequivocabile che non è molto scambiato. L'effetto di tutto ciò potrebbe essere uno spread denaro lettera (la differenza tra prezzo, più alto, a cui in un è possibile comprare il titolo e il prezzo, più basso a cui nello stesso momento è possibile venderlo) elevato. E ciò rappresenta senz'altro un costo.

 

condividi questo articolo