Analisi
Fiat 9 anni fa - lunedì 2 marzo 2009
Moody's taglia il rating di Fiat

Moody's taglia il rating di Fiat

Prezzo al momento dell'analisi (27/02/09): 3,56 EUR

Non sono finiti i problemi per il gruppo Fiat, che dopo il mal accolto annuncio dell’alleanza con Chrysler e il forte calo di vendite di auto deve fare i conti con la recente bocciatura di Moody’s. Correttamente valutata.
> Mantenere

Continuano le difficoltà per il titolo Fiat, penalizzato la scorsa settimana dall’annuncio del taglio del giudizio di affidabilità del gruppo, che Moody’s ha portato a BA1 dal precedente BAA3. Questo taglio, che in realtà ha fatto scendere l’affidabilità di Fiat di un solo gradino nella scala delle valutazioni della società di rating americana, non cambia radicalmente il rischio del titolo – sono sì aumentate le probabilità di fallimento a lungo termine, ma il titolo era “rischioso” anche prima – eppure le conseguenze sul prezzo in Borsa delle azioni Fiat sono state gravi. Il titolo, già penalizzato dalla crisi del settore auto e dal mal accolto annuncio della possibile alleanza con Chrysler, ha così vissuto un’ennesima settimana di cali. Intanto, per incentivare i manager e limitare gli esodi, recente quello dell’amministratore delegato di Alfa Romeo, il gruppo ha approvato un nuovo piano di remunerazioni. Lo scopo è anche quello di legare più strettamente i manager alla società, assegnando loro una percentuale di titoli azionari. Questi incentivi, distribuiti solo se verranno raggiunti gli obiettivi previsti dai piani aziendali, nel 2010 saranno costituiti esclusivamente da azioni Fiat.

condividi questo articolo