Analisi
Finmeccanica 9 anni fa - lunedì 16 marzo 2009
Riduciamo le previsioni per il 2009

Riduciamo le previsioni per il 2009

Prezzo al momento dell'analisi (13/03/09): 8,74 EUR

Escludendo una serie di oneri straordinari, i risultati del 2008 non si allontanano dalle nostre stime. Il dividendo è in linea col 2008. Visto, però, il contesto economico, abbassiamo le stime sull’utile 2009.
> Mantenere

Finmeccanica ha chiuso il 2008 con ricavi in crescita del 12% rispetto al 2007. Stessa crescita percentuale per l’utile industriale. L’utile netto del gruppo è cresciuto del 19%, attestandosi a 1,35 euro per azione. Senza una serie di oneri non ricorrenti, tale valore sarebbe di 1,45 euro per azione, non distante dalla nostra previsione di 1,48 euro. La sorpresa positiva è arrivata dal dividendo , confermato a 0,41 euro per azione (contro nostra stima di 0,37 euro) nonostante il maggiore numero di azioni legate all’aumento di capitale per l’acquisto dell’americana Drs. La doccia fredda è però arrivata dalle parole del management: il gruppo ora si attende per il 2009 un fatturato compreso tra i 17,1 e i 17,7 miliardi di euro. Peccato che solo quattro mesi fa  la previsione fosse di un giro d’affari compreso tra 18,1 e 18,9 miliardi di euro. Una riduzione che testimonierebbe i rischi di tagli alla spese militari di diversi Paesi (Usa in testa). Abbiamo portato le previsioni sull’utile per azione da 1,35 a 1,2 euro nel 2009 e da 1,57 a 1,4 euro nel 2010. Abbiamo però ritoccato al rialzo le previsioni sul dividendo (0,41 euro nel 2009; 0,45 nel 2010): il titolo rimane correttamente valutato.

condividi questo articolo