Analisi
Iris 8 anni fa - venerdì 20 marzo 2009
Una buona capacità di resistenza

Una buona capacità di resistenza

Prezzo al momento dell'analisi (19/03/2009): 38,70 euro

Pur continuando gli investimenti per assicurarsi lo sviluppo, nel 2009 la belga Iris dovrebbe riuscire a stabilizzare i suoi risultati al livello del 2008. L’azione è correttamente valutata.
> Mantenere

La fine del 2008 è stata un po’ più debole del previsto per Iris (IMAG.BR), che ha dovuto contabilizzare delle svalutazioni per l’esposizione a degli attivi a rischio. L’utile per azione 2008 (3,43 euro) si è così attestato a un livello inferiore del 5% alle nostre stime, ma resta un risultato di tutto rispetto. Nel 2009 il gruppo dovrebbe dimostrare una buona capacità di resistenza: Iris raccoglie infatti un terzo del suo fatturato nei servizi pubblici, poco sensibili alla congiuntura. Alla luce dei contratti conclusi, in questo segmento il 2009 dovrebbe essere anche migliore del 2008. Inoltre, visto che i suoi prodotti (trattamento automatico dei documenti, archiviazione elettronica,…) rappresentano degli investimenti indispensabili anche in un’ottica di riduzione dei costi, Iris dovrebbe conquistare clienti anche nel settore privato. Altro vantaggio, il gruppo ha delle finanze molto solide che gli permetteranno di continuare ad investire e magari di realizzare anche qualche acquisizione. Tenendo conto di tutto ciò, l’obiettivo di un utile per azione di 5 euro nel 2012 ci sembra raggiungibile.

condividi questo articolo