Analisi
Lafarge 8 anni fa - lunedì 2 marzo 2009
Rafforza la struttura finanziaria

Rafforza la struttura finanziaria

Prezzo al momento dell'analisi (27/02/2009): 34,29 euro

Costretta dagli eventi, Lafarge dovrà varare un aumento di capitale, che farà scendere drasticamente l’utile per azione. L’azione è correttamente valutata.
> Mantenere

Nel 2008 il fatturato di Lafarge (LAFP.PA) è cresciuto dell’8,1% grazie all’acquisizione di Orascom, ma gli utili sono scesi del 16,3% (oneri finanziari) a 8,27 euro per azione e il dividendo si è dimezzato a 2 euro. Pur avendo resistito abbastanza bene al peggioramento dell’economia nel quarto trimestre, il gruppo prevede per il 2009 un calo delle vendite di cemento compreso tra lo 0 e il 3% (atteso un crollo sui mercati maturi e un rallentamento della crescita sui mercati emergenti). Si impongono quindi economie, tagli agli investimenti, cessioni e una ristrutturazione del debito lievitato con l’acquisizione di Orascom. Inoltre, in caso di un peggioramento dell’economia, il gruppo sarebbe costretto a ridurre il valore di bilancio delle recenti acquisizioni. Infine, avendo urgente bisogno di fondi, Lafarge prevede un aumento di capitale da 1,5 miliardi di euro, probabilmente ad aprile. Considerando l’aggravarsi della situazione nel settore edilizio e il previsto aumento (tra il 20 e il 25%) del numero delle azioni in seguito all’aumento di capitale, riduciamo le stime sull’utile per azione da 8,78 a 6,79 euro per il 2009 e da 9,37 a 6,45 euro per il 2010.

condividi questo articolo