Analisi
Autostrada To-Mi 9 anni fa - lunedì 20 aprile 2009
2008 in forte calo

2008 in forte calo

Prezzo al momento dell'analisi (17/04/2009): 5,33 EUR

Ritardi nel processo di approvazione delle convenzioni e cospicue svalutazioni di attività hanno impattato sui conti del 2008. Ai prezzi attuali le prospettive del gruppo sono correttamente valutate.
> Mantenere

Autostrada Torino-Milano chiude il 2008 con risultati in forte calo rispetto al 2007. A causa del rallentamento del traffico sulla rete, i ricavi del settore autostradale sono allineati a quelli del 2007 nonostante gli incrementi tariffari. Male invece gli altri settori d’attività, in particolare quello “costruzioni” che è stato penalizzato dai ritardi nei processi di approvazione delle convenzioni di alcune società del gruppo e dei relativi piani d’investimento. L’utile industriale, escluse alcune componenti straordinarie di costo, scende così rispetto al 2007 di circa il 10%. Il calo dell’utile netto è, però, ben più consistente – si è attestato a 0,49 euro per azione contro 1,27 euro del 2007 – a causa di ingenti svalutazioni finanziarie connesse al valore delle società partecipate: dopo la riorganizzazione di circa un anno fa, Autostrada Torino-Milano è ormai solo una specie di “scatola” di controllo di diverse società autostradali. Temiamo che la pesante crisi economica in atto possa pesare molto sull’andamento del traffico e sugli utili della società nel 2009; stimiamo perciò per quest’anno un utile per azione di 0,51 euro che dovrebbe risalire verso quota 0,62 euro nel 2010.

condividi questo articolo