Analisi
Eni 9 anni fa - giovedì 30 aprile 2009
Buoni risultati, ma con alcune ombre

Buoni risultati, ma con alcune ombre

Prezzo al momento dell'analisi (29/04/2009): 15,88 EUR

I risultati del primo trimestre di Eni sono positivi e lievemente superiori alle previsioni. Le prospettive sulla produzione di idrocarburi, però, peggiorano. Abbassiamo le stime, ma il titolo rimane conveniente.

> Acquistare

Che il calo del petrolio si sarebbe riflesso sui conti di Eni, era già noto. Ciò che era importante verificare era quanto il gruppo avrebbe accusato il colpo. Secondo noi Eni ne è uscita bene: il calo dell’utile netto è stato di circa il 43% rispetto allo stesso trimestre del 2008, contro una nostra previsione di un calo di circa il 50%. In particolare l’acquisto di Distrigas si è dimostrato vincente perché ha permesso di registrare un aumento della vendita di gas, nonostante un calo della domanda registrato a causa della crisi economica. La produzione di idrocarburi è, però, scesa dello 0,9%. Ma ciò che più preoccupa è la revisione delle prospettive: dopo aver annunciato solo due mesi fa una crescita media annua della produzione nell’ordine del 3,5%, i vertici hanno abbassato l’obiettivo tra il 2 e il 2,2%. Sebbene si tratti di risultati positivi rispetto alle concorrenti, che in termini di livelli di produzione sono più in difficoltà, abbiamo abbassato le stime sull’utile per azione da 2,26 a 2,04 euro per il 2009 e da 2,4 a 2,19 euro per il 2010. Il management si è però impegnato a mantenere un livello di dividendo, in relazione al prezzo, tra i più alti del settore. Il titolo resta conveniente.

condividi questo articolo