Analisi
Saipem 9 anni fa - lunedì 27 aprile 2009
Buon trimestre, prospettive incerte

Buon trimestre, prospettive incerte

Prezzo al momento dell'analisi (24/04/09): 16,05 EUR

Il primo trimestre si è chiuso con risultati positivi. Gli effetti della crisi, però, potrebbero farsi sentire più avanti e le indicazioni sull’intero 2009 sono inferiori alle nostre previsioni. Il titolo rimane caro.
> Vendere le ordinarie e le risparmio

A guardare i risultati del primo trimestre del 2009 sembrerebbe quasi che Saipem sia finora riuscita a superare agevolmente la crisi economica. Rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno i ricavi sono aumentati del 15,3%. Ha fatto ancora meglio l’utile industriale, che è riuscito a crescere del 25,7%. Si tratta, in effetti, di risultati positivi e lievemente superiori alle nostre previsioni. Bisogna, però, ricordare che il ribasso del prezzo del petrolio non ha un impatto immediato sui conti di Saipem. La società dipende, infatti, dagli ordini delle grandi industrie petrolifere: Saipem negli anni scorsi ha costruito un bel portafoglio di ordini, ma la crisi economica e il difficile accesso al credito potrebbero portare diverse compagnie a rivedere – e, in effetti, alcune già lo stanno facendo – i propri piani d’investimento e, addirittura, a cancellare alcune commesse. Del resto le indicazioni che la società ha fornito sui numeri con cui si aspetta di chiudere il 2009 sono state deludenti e inferiori alle nostre previsioni. Per questo abbassiamo le stime sull’utile per azione portandole da 1,73 a 1,51 euro per il 2009 e da 1,78 a 1,54 euro per il 2010. L’azione, secondo noi, è cara.

 

condividi questo articolo