Analisi
Iberia 8 anni fa - venerdì 5 giugno 2009
Trimestre in rosso

Trimestre in rosso

Prezzo al momento dell'analisi (04/06/2009): 1,59 EUR

Gli sforzi per ridurre i costi non sono sufficienti e la compagnia chiude il primo trimestre in rosso, in seguito al crollo in picchiata della domanda. Ai prezzi attuali, l’azione è molto cara.
>Vendere

La crisi mondiale pesa molto sul settore del trasporto aereo e Iberia (IBLA.MC1), che non rappresenta un’eccezione, chiude il primo trimestre con una perdita di 0,10 euro per azione che la porta a proporre la soppressione del dividendo per il 2008. Al drastico crollo del volume dei passeggeri (-9,5%) e alle minori entrate medie per passeggero si aggiunge il calo del traffico cargo. Inoltre, anche se il calo di prezzo del cherosene (50% in media) rappresenta un sollievo, il fatto che a metà 2008 Iberia abbia concluso contratti per acquistare in anticipo il carburante (e coprirsi dai rialzi di prezzo) a un prezzo più alto di quello attuale di mercato ne limita l’impatto positivo sui conti (-11,7% i costi per il combustibile). Nonostante il piano annunciato (tagli alla flotta, riduzione dei costi fissi e degli investimenti previsti) e le solide finanze del gruppo, in questo contesto non ci aspettiamo un vero miglioramento dei risultati, a meno che non vi sia una sensibile ripresa della domanda: cosa molto improbabile vista la lenta e difficile uscita dalla crisi. Stimiamo quindi una perdita di 0,03 euro per azione nel 2009 e un utile per azione di soli 0,07 euro nel 2010.

condividi questo articolo