Analisi
Italcementi 8 anni fa - lunedì 6 luglio 2009
Niente fusione con Ciment Français

Niente fusione con Ciment Français

Prezzo al momento dell'analisi (03/07/09): 8,07 EUR

Salta la fusione con Ciment Français per l’opposizione di alcuni investitori istituzionali Usa. Abbiamo rivisto al ribasso le stime sull’utile per az ione portandole da 1,21 a 0,97 euro nel 2009 e da 1,62 a 1,45 euro nel 2010.
>Vendere

La fusione di Italcementi con la controllata Ciment Français non è andata in porto. Il gruppo italiano non ha accettato la richiesta di alcuni investitori istituzionali possessori di obbligazioni della società francese, che chiedevano di rinegoziare le condizioni del prestito facendone aumentare il rendimento dal 4% al 9%. Un costo che avrebbe bruciato parte dei vantaggi, in termini di utili, derivanti dalla fusione, oltre a far lievitare il costo del debito e gli oneri finanziari del futuro gruppo del 13% circa rispetto a quanto pagato nel 2008 da Italcementi. Più che sul fatturato – Italcementi ha già più dell’80% di Ciment Français – le conseguenze negative della mancata fusione peseranno sulla struttura del gruppo, in particolare per la mancata semplificazione della rete di partecipazioni. Per aggirare l’ostacolo degli obbligazionisti l’unica strada percorribile sembra il riacquisto di azioni proprie da parte di Ciment Français, fino a raggiungere la soglia necessaria per togliere il titolo dalla Borsa: in questo modo la fusione potrebbe avvenire senza obbligo di soddisfare le richieste degli obbligazionisti. Si tratta, però, di una soluzione onerosa e non praticabile a breve. Il titolo è ormai caro.

condividi questo articolo