Analisi
CSC 8 anni fa - lunedì 7 settembre 2009
Solidi risultati trimestrali

Solidi risultati trimestrali

Prezzo al momento dell'analisi (04/09/2009): 48,54 USD

Nonostante la crisi il gruppo se la cava bene e, in seguito ai buoni risultati trimestrali, il management ha addirittura alzato l’obiettivo sull’utile per azione 2009/10. Nonostante la ripresa già messa a segno, l’azione resta conveniente.
> Acquistare

Nonostante il contesto difficile il gruppo CSC (CSC.N), operante nei servizi informatici, ha chiuso il primo trimestre (chiusura dell’esercizio il 30 marzo) con un utile per azione di 0,85 dollari (+8%). Questo risultato, superiore all’obiettivo di 0,5 dollari, è stato sì gonfiato da un credito d’imposta di 0,11 euro per azione, ma ha anche beneficiato della buona tenuta del fatturato (-2,5% a struttura costante) e del miglioramento della redditività. Grazie alla forte presenza nel settore pubblico americano (35% delle vendite; +7% il fatturato), le cui spese risentono poco della crisi, CSC ha potuto infatti compensare la netta contrazione nel settore privato (-10% il fatturato). Le ristrutturazioni intraprese negli ultimi anni (sviluppo in Paesi con manodopera a basso costo) per colmare il ritardo, a livello di redditività, nei confronti dei concorrenti e migliorare la sua competitività continuano, inoltre, a dare frutti. Non per nulla il margine industriale (rapporto tra utili industriali e fatturato) è salito al 6,8% dal 6,35% nel primo trimestre 2008/09. Noi, più cauti del management che stima un utile per azione di 4,9 dollari nel 2009/10, prevediamo un utile per azione di 4,5 dollari nel 2009/10 e 4,7 dollari nel 2010/11.


condividi questo articolo