Analisi
Iride 8 anni fa - lunedì 14 settembre 2009
Nuovo gruppo operativo a gennaio?

Nuovo gruppo operativo a gennaio?

Prezzo al momento dell'analisi (11/09/09): 1,46 EUR

L’Antitrust ha dato l’ok alla fusione tra Iride e Enìa. I conti semestrali della prima sono stati lievemente peggiori delle attese, quelli della seconda lievemente migliori. Il titolo rimane correttamente valutato.
>Mantenere

L’Antitrust ha dato il via libera alla fusione tra Iride e Enìa. Nessun intoppo neanche dai risultati del 1° semestre: i conti sono in linea con le attese. Iride ha un po’ deluso (ha registrato una crescita del risultato industriale del 7%; era stata del 12% nel corso del 1° trimestre e ci aspettavamo di meglio), ma Enìa è andata meglio del previsto (l’utile industriale semestrale cresce del 7%; ci aspettavamo una minore tenuta della redditività). Per il nuovo gruppo stimiamo un utile per azione di 0,11 euro nel 2009 e di 0,12 euro nel 2010. Da segnalare che il gruppo avrebbe dovuto esser operativo già a ottobre, ma l’atto ufficiale di fusione potrebbe slittare al 1° gennaio 2010. Inoltre Enìa vuole ridiscutere il suo peso in Edison, anche con un possibile “spezzatino” di quest’ultima. Infine segnaliamo come in un decreto legge appena approvato dal Consiglio dei ministri si imponga ai soci pubblici delle società attive nelle gestioni idriche e dei rifiuti di ridurre la loro quota azionaria sotto al 30% entro il 2012, pena la rimessa in gara delle concessioni: gli assetti societari di Iride-Enìa potrebbero dover cambiare, anche se non escludiamo modifiche al testo prima del via libera del parlamento.

condividi questo articolo