Analisi
A2A 8 anni fa - lunedì 21 dicembre 2009
I Comuni vogliono il dividendo

I Comuni vogliono il dividendo

Prezzo al momento dell'analisi (18/12/09): 1,42 EUR

Secondo esponenti politici bresciani, nonostante la multa inflitta per la restituzione degli aiuti di Stato A2A avrebbe comunque garantito la distribuzione del dividendo. Il titolo rimane correttamente valutato.
>Mantenere

A2A ha dovuto mettere a bilancio nel terzo trimestre un ulteriore esborso per la restituzione di quegli “aiuti di Stato”, concessi al momento della privatizzazione, che l’Ue ha ritenuto illegittimi. Un duro colpo: il 2009 si chiuderà secondo noi con un utile per azione di 0,02 euro, ma, senza le multe, avrebbe potuto essere di 0,09 euro. Ciò nonostante, secondo esponenti politici, A2A avrebbe comunque garantito ai Comuni che la controllano un dividendo di 0,07 euro per azione. L’utility ha smentito questi impegni, che sarebbero gravosi per il bilancio: non essendoci utili sufficienti, il gruppo dovrebbe attingere alle proprie riserve, indebolendo il suo profilo patrimoniale. La società sta comunque cercando di ottenere liquidità (ad esempio con la vendita di Metroweb): un segnale che la pressione dei Comuni esiste. Noi crediamo che la scelta migliore per la società sia quella di non distribuire dividendi per il 2009 e di tenere fieno in cascina per gli investimenti futuri. Al di là della decisione finale sul dividendo riteniamo, comunque, che il titolo sia da mantenere. Non abbassiamo, però, l’indicatore sul rischio, legato al possibile indebolimento patrimoniale della società.

condividi questo articolo