Analisi
BCP 8 anni fa - lunedì 10 maggio 2010
Utili trimestrali in calo del 9,6%

Utili trimestrali in calo del 9,6%

Prezzo al momento dell'analisi (07/05/10): 0,62 EUR

Nel primo trimestre gli utili della portoghese BCP, malgrado abbiano subìto un calo del 9,6% rispetto allo stesso periodo del 2009, hanno superato le attese. Ai prezzi attuali l’azione resta correttamente valutata.
>Mantenere

Nel primo trimestre l’utile per azione di BCP (BCP.LS) si è attestato a 0,02 euro: un valore superiore alle attese e più che doppio rispetto a quello dell’ultimo trimestre 2009, ma in calo del 9,6% rispetto a quello dello stesso periodo del 2009. Se si esclude però il guadagno straordinario ottenuto nel primo trimestre 2009 con la vendita di una quota del Banco Millennium Angola, l’utile per azione 2010 risulta in crescita del 12,8%. I ricavi da interesse sono scesi dell’8,9%, penalizzati dalla riduzione del differenziale tra i tassi d’interesse incassati sui crediti e quelli pagati sui depositi (rispetto al quarto trimestre 2009 sono però aumentati dell’1,4%). Sui risultati ha poi pesato l’aumento del 2,9% degli accantonamenti per coprire i rischi legati al deterioramento della qualità del credito. I miglioramenti nei conti sono quindi dovuti ad altri fattori, in particolare la maggiore efficienza (-4,6% i costi complessivi, grazie al calo del 10% dei costi per il personale) e l’aumento dei ricavi da commissioni (+19,8%). Visto che la congiuntura economica resta difficile, manteniamo, prudenzialmente, le stime sull’utile per azione a 0,05 euro per il 2010 e 0,06 euro per il 2011. Il titolo resta correttamente valutato.

condividi questo articolo