Analisi
Santander 8 anni fa - giovedì 6 maggio 2010
Positivi risultati trimestrali

Positivi risultati trimestrali

Prezzo al momento dell'analisi (05/05/2010): 8,40 euro

I solidi risultati e l’adeguata diversificazione non tranquillizzano gli investitori, preoccupati della crisi greca e del ribasso del rating del debito spagnolo. Anche se l’azione è conveniente non acquistatela.
> Mantenere

Nel primo trimestre i risultati di Santander (SAN.MC1) sono aumentati di circa il 6% grazie a una buona diversificazione geografica. Visto però l’aumento di capitale di gennaio 2009, la crescita dell’utile per azione si limita al 3,5% (0,27 euro). In Spagna (24% degli utili complessivi), i profitti sono diminuiti del 6%, penalizzati dal peggioramento delle condizioni economiche del Paese. Il crollo del mercato interno è stato però più che compensato dal buon andamento dei suoi due principali mercati internazionali: in Brasile (21% degli utili totali del gruppo) gli utili hanno infatti messo a segno un progresso di quasi il 40% e anche nel Regno Unito (16% del totale) hanno spuntato una crescita di oltre il 17%. Per i prossimi mesi non ci aspettiamo grandi cambiamenti nei conti del gruppo: l’attività bancaria dovrebbe rallentare il ritmo di crescita (+17% nel primo trimestre), ma le perdite per crediti non rimborsati dovrebbero continuare a ridursi. A lungo termine la solidità e la diversificazione delle attività del gruppo ci rendono fiduciosi, ma la difficile congiuntura attuale (la situazione in Grecia, la riduzione del rating del debito spagnolo) ci invita alla prudenza.

condividi questo articolo