Analisi
Telefonica 8 anni fa - lunedì 7 giugno 2010
Rialza l’offerta su Vivo

Rialza l’offerta su Vivo

Prezzo al momento dell'analisi (04/06/2010): 15,45 euro
> Acquistare

· Telefonica ha appena rialzato del 14% l’offerta iniziale sulla partecipazione della brasiliana Vivo detenuta da Portugal Telecom (PT), portandola a 6.500 milioni di euro.

· La nuova offerta offre due alternative a PT: la vendita totale della sua quota in Vivo o la sua vendita scaglionata in tre anni. Se l’offerta verrà accettata, Telefonica offre inoltre a PT, o a una società da lui indicata, la possibilità di acquisire tutta la quota detenuta da Telefonica in PT (10% del capitale).

· La proposta è valida fino al 30 giugno, ma la scadenza potrebbe essere prolungata, poiché il Consiglio d’amministrazione di PT ha annunciato che convocherà un’assemblea straordinaria affinché gli azionisti si pronuncino a questo proposito.

Un prezzo attraente

Se consideriamo che la capitalizzazione (numero delle azioni moltiplicato per il loro prezzo) di PT al momento dell’offerta iniziale di Telefonica (il 10 maggio) era di 6.897 milioni, i 6500 milioni offerti ora rappresenterebbero ben il 94,2% del valore di Borsa di PT. Ma se consideriamo il prezzo del titolo il giorno precedente (6,48 euro il 9 maggio) l’offerta attuale corrisponde addirittura al 111,9% della capitalizzazione di PT a quella data. Nel frattempo, a distanza di meno di un mese, PT è già risalita del 31,5% rispetto al 9 maggio, contro il +7,6% dell’indice della Borsa di Lisbona (PSI-20). Di conseguenza, rispetto alla capitalizzazione attuale di PT, i 6500 milioni di euro rappresentano circa l’85,1% di questo valore, mentre il “peso” di Vivo nei conti di PT nel 2009 è inferiore al 50% a prescindere dall’indicatore scelto per calcolarlo (rappresenta circa il 46% dei ricavi, il 43% degli attivi o il 38% degli utili industriali.). Si tratta quindi di un’offerta generosa.

Gli scenari possibili

· Se all’assemblea generale gli azionisti si pronunceranno a favore della vendita di Vivo, il Consiglio di amministrazione dovrà accettare la loro decisione, ma lo Stato portoghese potrebbe far uso del suo diritto di veto.

· La possibilità che Telefonica aumenti di nuovo il prezzo dell’offerta ci sembra poco probabile, anche se non si può escludere.

· La probabilità che PT compri il 50% detenuto da Telefonica in Brasicel (la holding detenuta in parti uguali da PT e Telefonica che controlla il 59,42% di Vivo) si riduce ulteriormente, perché il prezzo da pagare sarebbe molto elevato e implicherebbe un aumento superiore al 100% del suo indebitamento.

· Certo esiste ancora la possibilità che PT e Telefonica restino dei partner, fondendo Telesp (operatore di rete fissa detenuto da Telefonica in Brasile) con Vivo, ma l’intesa tra i due operatori iberici è diventata sempre più difficile.

· Infine, resta l’ipotesi che Telefonica lanci un’Opa (offerta pubblica di acquisto) su PT. La società spagnola ha già ammesso formalmente di non scartare una tale possibilità.

condividi questo articolo