Analisi
Portugal Telecom 8 anni fa - lunedì 5 luglio 2010
Veto governativo alla vendita di Vivo

Veto governativo alla vendita di Vivo

Prezzo al momento dell'analisi (2/7/10): 8,40 EUR

Il governo portoghese ha impedito a Portugal Telcom di vendere la sua quota di Vivo a Telefonica. Una decisione che distorce il mercato e lede i diritti dei piccoli azionisti. L’azione resta correttamente valutata.
>Mantenere

Malgrado Telefonica abbia alzato ancora del 10% l’offerta sulla quota di Vivo di Portugal Telecom (PTC.LS), portandola a oltre 7 miliardi euro (quasi il triplo del valore di Borsa di Vivo), e il 73,9% degli azionisti di Portugal Telecom abbia votato a favore della vendita, lo Stato portoghese vi si è opposto esercitando il suo diritto di veto. Telefonica non ha, però, deposto le armi e ha rinviato al 16 luglio la scadenza dell’offerta, in attesa che la Corte europea di giustizia si pronunci (la Commissione europea ha portato in tribunale il Portogallo perché il suo diritto di veto violerebbe le norme comunitarie). Che accadrà? È probabile che alla fine Portugal Telecom venda la sua quota in Vivo e che lo Stato sia obbligato a privarsi dei suoi diritti speciali. Del resto, dopo questa “guerra”, non ci sono più le condizioni per mantenere l’alleanza tra i due gruppi iberici nella brasiliana Vivo. Un’altra ipotesi è che Telefonica lanci un’Opa (offerta pubblica d’acquisto) su tutta Portugal Telecom: si tratta però di una scelta estrema per ottenere il 100% di Vivo. In attesa di sviluppi, confermiamo per Portugal Telecom le nostre stime di un utile per azione di 0,60 euro nel 2010 e di 0,65 euro nel 2011.

condividi questo articolo