Analisi
Unicredit 8 anni fa - lunedì 19 luglio 2010
Un'estate ricca di novità

Un’estate ricca di novità

Prezzo al momento dell'analisi (16/07/10): 2 EUR

Periodo di grande fermento per Unicredit, alle prese con il riassetto organizzativo e il rafforzamento patrimoniale. Nel frattempo, secondo alcune voci, studia nuove espansioni in Polonia. Titolo conveniente.
>Acquistare le ordinarie e le rnc

In attesa del consiglio di amministrazione di agosto che dovrebbe sancire definitivamente il progetto di banca unica (vedi Soldi Sette n° 877), Unicredit avvia il riassetto organizzativo con la nomina di 150 manager. Nel frattempo, il gruppo ha emesso un bond perpetuo, destinato a investitori istituzionali. Il collocamento ha avuto successo (richieste per oltre 1,1 miliardi a fronte di un’emissione da 500 milioni), anche grazie al generoso tasso di interesse: 9,375% per i primi dieci anni, poi tasso variabile. Resta però da vedere se queste obbligazioni (tier 1, una via di mezzo tra azioni e obbligazioni) saranno ancora considerate “quasi-capitale” dalle normative di vigilanza attualmente allo studio. Se così non fosse, tra 10 anni Unicredit avrà comunque la possibilità di riacquistare il bond senza penali. Infine, possibili novità anche dal punto di vista strategico: Unicredit starebbe trattando con Banco Comercial Portugues per acquistare il 65% della polacca Millenium Bank. Non si tratterebbe comunque di un cambiamento epocale sia per le dimensioni della “preda”, sia perché Unicredit è già ampiamente presente in Polonia tramite Bank Pekao (terzo gruppo bancario del Paese).

condividi questo articolo