Analisi
Saipem 7 anni fa - lunedì 6 settembre 2010
Alza gli obiettivi per il 2010

Alza gli obiettivi per il 2010

Prezzo al momento dell'analisi (03/09/10): 28,03 EUR

Come previsto, Saipem chiude il secondo trimestre con una raccolta ordini in crescita. Il miglioramento dell’utile industriale ci porta a ritoccare al rialzo le stime, ma l’azione, a questi prezzi, rimane cara.
>Vendere le azioni ordinarie e le rnc

Su Soldi Sette n° 891 avevamo scritto che il secondo trimestre di Saipem si sarebbe chiuso con una raccolta ordini in crescita. In effetti cosi è stato: il gruppo ha raccolto commesse per un valore del 70% superiore rispetto a quello del secondo trimestre del 2009. Sono dati confortanti, che si sposano con risultati di bilancio altrettanto buoni. I ricavi nel 2° trimestre sono saliti del 6,4% rispetto allo stesso periodo del 2009, ma ancor meglio sono andati gli utili industriali, cresciuti a sorpresa dell’11,1%. In linea con le attese, invece, la crescita degli oneri finanziari. Forte di questi risultati Saipem ha rivisto gli obiettivi 2010: per l’utile industriale al netto della quota degli oneri pluriennali si aspetta ora una crescita del 5% rispetto a un dato stabile previsto fino a qualche mese fa. Noi, visto il buon portafoglio ordini, crediamo che i nuovi obiettivi possano essere centrati: alziamo la nostra stima sull’utile per azione del 2010 da 1,62 a 1,68 euro per azione (sostanzialmente in linea con l’utile del 2009) e portiamo quella per il 2011 da 1,67 a 1,75 euro per azione. Visto che l’economia mondiale stenta a ripartire, siamo però prudenti sulle prospettive a più lungo termine. Il titolo rimane caro.

condividi questo articolo