Analisi
BBVA: la diversificazione premia 7 anni fa - venerdì 29 ottobre 2010
I conti di BBVA, soprattutto in Spagna, non possono non risentire della crisi, ma l’America Latina salva i risultati.
Prezzo al momento dell’analisi (28/10/2010): 9,34 euro
I conti di BBVA, soprattutto in Spagna, non possono non risentire della crisi, ma l’America Latina salva i risultati. Ai prezzi attuali l’azione resta correttamente valutata.
> Mantenere
In linea con le nostre previsioni, nei primi 9 mesi dell’anno l’utile per azione della spagnola BBVA (BBVA.MC) è sceso a 0,98 euro. La diversificazione delle attività, giocando in suo favore, ha tuttavia permesso alla banca di cavarsela bene. Anche se la crisi economica pesa sui risultati dell’attività principale (prestiti e depositi), l’attività all’estero compensa, almeno in parte, il peggioramento del mercato spagnolo, che perde peso all’interno del gruppo a favore di quello messicano (già il 27% degli utili complessivi). Inoltre, i crediti a rischio si riducono leggermente per il secondo trimestre consecutivo (al 4,1% rispetto al 4,3% del 2009). Ciò nonostante, i prossimi mesi rischiano di essere difficili: l’attività bancaria resterà infatti fiacca nel 2011, raggiungendo, nel migliore dei casi, livelli simili a quelli di quest’anno, mentre le perdite per crediti non rimborsati continueranno a pesare sui risultati. Manteniamo le stime sull’utile per azione a 1,25 euro per l’anno in corso, ma le abbassiamo da 1,60 a 1,27 euro per il 2011. A breve termine, le incertezze generate dall’annuncio di una possibile acquisizione della banca turca Garanti (che potrebbe richiedere un aumento di capitale di circa il 10%) potrebbero pesare sul titolo.

condividi questo articolo