Analisi
Kraft Foods: alziamo le stime sugli utili 7 anni fa - lunedì 15 novembre 2010
Alziamo le stime sugli utili
Prezzo al momento dell'analisi (12/11/10): 30,62 USD
Il terzo trimestre fornisce segnali rassicuranti per quanto riguarda la redditività. Viste le buone prospettive alziamo le stime sull’utile per azione da 1,50 a 1,60 dollari per il 2010 e da 1,70 a 1,80 dollari per il 2011.
>Acquistare
I risultati del terzo trimestre di Kraft Foods (KFT.N) sono in linea con le attese. La crescita dei ricavi (acquisizioni e cessioni escluse) si è limitata al 2,1%, ma solo per un’operazione straordinaria di razionalizzazione delle scorte di Cadbury su alcuni mercati. Nei prossimi mesi, dunque, il fatturato di Kraft dovrebbe ritrovare un ritmo di crescita più sostenuto, grazie anche all’aumento dei prezzi di vendita. Aumenti decisi dal management per controbilanciare i rincari delle materie prime (in particolare dei derivati del latte, del cacao e del caffè). Anche se in un primo tempo questi rincari rischiano di pesare sui volumi di vendita, la redditività del gruppo non ne dovrebbe risentire. Nel terzo trimestre il margine industriale (rapporto tra utili industriali e fatturato) di Kraft si è attestato al 13,6% (esclusi i costi legati all’integrazione di Cadbury): un livello più che soddisfacente, anche se leggermente inferiore a quello dello scorso anno a causa dei maggiori sforzi pubblicitari che dovrebbero, comunque, dar frutti già dal 2011. In breve, i risultati trimestrali dimostrano ancora una volta che Kraft sa cavarsela bene anche in un contesto di concorrenza feroce. Il titolo rimane conveniente.

condividi questo articolo