Analisi
Ageas: un credito da 2 miliardi di euro 7 anni fa - lunedì 20 dicembre 2010
Un credito da 2 miliardi di euro
Prezzo al momento dell'analisi (17/12/10): 1,77 EUR
Ageas (ex Fortis) reclama 2 miliardi di euro dalla banca olandese ABN Amro Bank, ma non è certa di riceverli. Nonostante la perdita attesa per l’esercizio 2010, riteniamo il titolo correttamente valutato.
>Mantenere
Ageas (AGES.BR) è in causa con il Governo olandese. Che cosa è successo? La sua ex controllata Fortis Bank Nederland (oggi ABN Amro Bank) ha emesso anni fa obbligazioni che alla scadenza prevedevano un rimborso sotto forma di azioni Ageas. Secondo gli accordi la ex controllata avrebbe chiesto le azioni da dare agli obbligazionisti ad Ageas, dando in cambio azioni proprie per lo stesso importo. Il 7 dicembre le obbligazioni sono scadute: Ageas ha fatto un aumento di capitale, per un valore nominale di 2 miliardi di euro, per ripagare gli obbligazionisti. Ora, però, la ex controllata, nel frattempo passata sotto il controllo del Governo olandese, non vuole onorare i patti, dando in cambio le proprie azioni, perché ritiene Ageas un gruppo di valore inferiore rispetto a quando sono stati siglati gli accordi. Per questo Ageas ha messo sì a bilancio un credito di 2 miliardi di euro verso ABN Amro Bank, ma ha anche previsto di accantonare la stessa cifra in un fondo rischi. Questo accantonamento, di circa 0,80 euro per azione, dovrebbe portare il gruppo a chiudere il 2010 in perdita (che stimiamo di 0,50 euro per azione). Secondo noi l’azione rimane comunque correttamente valutata.

condividi questo articolo